Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
 

Quattro chiacchiere con l’esperto

David Folie, addetto alle vendite delle filiali di Bolzano ed Appiano, ci parla di colori sgargianti e della consulenza tecnica di Nordwal.

 

David, da quanto tempo lavora da Nordwal?

Questo è il mio sesto anno. Gli apprendisti vengono formati sia nella sede principale di Ora che nelle altre filiali, per questo per i primi tre anni ho lavorato nel nostro punto vendita di Merano. Da due anni di mattina mi trovate a Bolzano e nel pomeriggio sono ad Appiano.


Quali sono le sue mansioni?

Principalmente mi occupo di andare incontro ai desideri dei nostri clienti! Propongo loro soluzioni adeguate, suggerisco i prodotti giusti, calcolo i preventivi, seleziono i colori e li miscelo nel tintometro, gestisco ed effettuo gli ordini.


Fate anche consegne a domicilio?

Sì, se la consegna è urgente. Per le consegne usiamo i nostri furgoncini aziendali. In linea di massima, però, sono i clienti a venire da noi e a portare a casa con sé i prodotti acquistati.


Qual è per lei il compito più impegnativo?

Mescolare i colori e l’essere costantemente aggiornato in termini di conoscenze tecniche, perché la nostra gamma viene continuamente ampliata con nuovi prodotti. Abbiamo moltissimi prodotti per n-esigenze, consigliare quello giusto non è sempre facile. Il cosiddetto imbarazzo della scelta. E poi anche i clienti indecisi rappresentano spesso una sfida da non sottovalutare.


Ha appena detto che disponete di un numero incredibile di prodotti. Come riesce a mantenere una visuale d’insieme? Esistono corsi di formazione periodici in questo settore?

Sì, per esempio anche venerdì prossimo è in programma un corso di formazione. Il nostro tecnico interno del colore, che spesso ci fa visita nelle filiali, ci forma con regolarità. In più ci confrontiamo molto sia tra dipendenti all’interno dei negozi che con i rappresentanti esterni. Se qualcuno di noi ha bisogno di un’informazione o ha un dubbio, non fa altro che telefonare ad un collega specializzato in quel determinato settore che sicuramente saprà essere d’aiuto. Ogni addetto alle vendite copre dei settori di competenza diversi. È così che riusciamo a completarci e a fungere da supporto concreto al team. Anche i colleghi delle altre filiali sono sempre disponibili ad aiutarci in modo rapido e se questo non basta possiamo sempre rivolgerci direttamente agli esperti tra i fornitori.

 

Quanti corsi di formazione sono previsti in un anno?

Dipende da quanti nuovi prodotti vengono presentati e dagli aggiornamenti necessari per i prodotti già in assortimento. In media sono previsti cinque corsi di formazione all’anno. Questi si incentrano per lo più sul colore o su un prodotto specifico, ma vengono offerti anche corsi sull’approccio alla vendita. Se per un determinato motivo un venditore non può frequentare una lezione, verrà informato e formato da un collega in un secondo momento. Questo scambio di informazioni è obbligatorio e dà ottimi risultati. L’obiettivo finale è che tutti dispongano dello stesso livello di conoscenza.


Quali consigli dà ai clienti in fatto di armonia cromatica e accostamenti di colore?

In realtà molti dei nostri clienti sanno già cosa vogliono e hanno un’idea precisa dei colori con i quali desiderano ridipingere le pareti di casa. Vengono qui da noi e insieme selezioniamo la tonalità più vicina possibile al colore desiderato, scegliendo tra le cartelle cromatiche a nostra disposizione. Spesso portano con loro anche una fotografia della stanza da tinteggiare. In questo modo possiamo capire anche di quale metratura stiamo parlando e della luminosità della stanza. Di solito, grazie alla nostra esperienza e al nostro senso del colore, siamo in grado di effettuare una più che soddisfacente scelta cromatica insieme al cliente. Invece, nel caso in cui il cliente non sappia proprio per quale colore optare, allora valutiamo anche l’arredamento, i pavimenti, il tipo di divano e così via... Più informazioni abbiamo, più semplice è trovare una soluzione cromatica armoniosa e graziosa.


Anche lei si reca a casa dei clienti per consigliarli?

Di solito diamo al cliente diversi campioni di colore da portare a casa con sé, perché l’effetto dipende sempre dalla luce e una vernice, se stesa su un’ampia superficie, crea un effetto completamente diverso rispetto a quando la si usa per dipingere una singola parete. Ad ogni modo è utile portare a casa i campioni e scegliere insieme al proprio partner o alla famiglia.


Il colore di tendenza del 2019 è il rosso corallo. I clienti al dettaglio seguono le mode o si lasciano in qualche modo influenzare dai trend cromatici del momento?

Direi di no. Io stesso sono venuto a sapere solo di recente di questa nuova tonalità di colore. L’anno scorso il colore di tendenza era l’Ultra Violet, eppure nessuno è passato da noi a chiedercelo. Viceversa, però, molte persone ci domandano qual è il colore più venduto. Si tratta di una sfumatura del color sabbia. Alla fine, comunque, i clienti decidono sempre in base al loro gusto personale. Nessuno mi ha ancora mai chiesto il colore che Pantone ha scelto per l’anno in corso.


Qual è il colore più sgargiante che ha venduto?

Verso la fine dello scorso anno un cliente ha optato per colori molto forti, come il rosso, il blu, ecc... Voleva dipingere ogni parete con un colore diverso. Questo tutto all’interno di una sola stanza. Soffitto compreso. Ma dopo averne parlato assieme si è limitato a tinteggiare solo due pareti. Generalmente i colori forti sono meno richiesti e vengono usati per dipingere piccole superfici o per colorare una striscia di muro. Se vogliamo parlare di cifre, l’80% delle persone preferisce la tonalità sabbia o i colori pastello. Un colore che non ho mai venduto, ad esempio, è il verde militare. In generale, tuttavia, nel nostro negozio vendiamo un po’ di tutto.


Come riesce a unire dettagli tecnici e armonia cromatica? Cosa trova più interessante?

Tutto dipende in primis dalla persona che ho di fronte. Una consulenza data ad un privato è molto diversa rispetto a quella data ad un professionista. A volte trovo interessantissimo affrontare aspetti tecnici assieme ad un imbianchino, altre volte è più piacevole parlare con qualcuno senza dover entrare per forza nel dettaglio. In generale è decisamente più complicato consigliare un pittore o un artigiano rispetto ad un cliente al dettaglio. Ma di certo nel mio lavoro non manca la varietà e questo è ciò che mi piace. Non esiste un giorno uguale all’altro e lo stesso vale per i clienti.


Mi farebbe una breve panoramica sulla gamma di prodotti Nordwal?

Abbiamo stucchi, stucchi metallici, stucchi per legno, siliconi, nastri adesivi e teli; sostanzialmente tutto ciò di cui hanno bisogno pittori e falegnami... La nostra è una gamma molto ampia. E ancora prodotti per la protezione del legno, per la cura del legno per esterni ed interni, teli, oli e vernici per falegnami, diluenti, detergenti, colle e prodotti per rimuovere la carta da parati ecc. I privati acquistano principalmente prodotti per la protezione del legno, ma, a seconda della stagione, comprano spesso anche colori e vernici. Al momento sono molti ad utilizzare i bancali come componenti d’arredo e dunque hanno bisogno esattamente di questi prodotti.


E visto che stiamo parlando di bancali... Percepite la tendenza Do It Yourself anche nei vostri negozi?

Sì, per esempio da uno o due anni il vintage è considerato molto trendy. E anche il fai da te con i bancali ha preso piede. L’effetto “invecchiato” va di moda.


Com’è la casa di un dipendente Nordwal? ;)

Semplice. (ride) Per farvi capire, una parete della camera da letto è verde, ma la ridipingiamo ogni anno o due. Il resto è tutto bianco, classico insomma. Ma conosco altri colleghi qui da Nordwal che amano sperimentare, cambiano in continuazione i colori e provano i prodotti a casa loro, cosa che va a incrementare enormemente il know-how! Ma, come ho già detto, a casa mia è la semplicità a farla da padrona, almeno per ora. (ride)